Elisabetta De Angelis

Elisabetta de Angelis

 

 

Milanese di nascita, inizia la sua carriera artistica nel mondo dell'Alta Moda negli anni '80 nell'Atelier di famiglia, esercitando la massima attenzione alla creazione di linee pure, perfette al gusto ed alla  raffinatezza. Ha lavorato per i più famosi stilisti italiani con i quali ha scoperto, durante i suoi viaggi di lavoro in Giappone, la passione per l'arte orientale. Ed è durante quegli anni che approfondisce i suoi interessi negli studi e nella pratica della filosofia orientale. Fondamentale sarà l'incontro con un monaco zen con il quale studia il metodo pittorico del Sumi-e e scopre il desiderio di insegnarlo. Si trasferisce da Milano in Brianza, aprendo un nuovo studio a Giussano, dove continua ad approfondire questa meravigliosa tecnica pittorica. 

Affacciandosi al mondo orientale, si può scoprire che la gioia di dipingere è semplice e affascinante: il pennello nella mani, la carta di riso sotto gli occhi, i piedi ben piantati nella terra e la magia di veder “volare” il proprio segno pittorico nell’ultima sequenza di tratti, rende l’arte Sumi-e il canale diretto al cuore attraverso il proprio gesto. Ed è respiro. La bellezza di dipingere spesso lasciata sui banchi di scuola, riemerge felice nelle mani di chi la pratica, attraverso la disciplina tecnica della postura del Sumi-e semplice e meditativa. 

Il SE’ espresso nel gesto si imprime nel segno sulla carta di riso che attende la realizzazione.

 

 

 

Ha partecipato a diverse esposizioni sia collettive che personali a Milano, Cantù dove si trova un grande Murales all'interno della sala d'aspetto  della stazione, Villa Calvi a Cantù, Quadreria S. Dionigi a Malgrate, Torre delle Arti a Bellagio, Nuovo Spazio Espositivo Tisettanta/Halifax.